Invalid slider ID or alias.

Note di Boris Yukhananov

Per me Pinocchio è una produzione molto importante, soprattutto perché presenterò un nuovo drammaturgo sconosciuto, un personaggio unico, Andrei Vishnevsky. Lo considero il primo drammaturgo processuale genuinamente nuovo. Crea mondi e testi che crescono e si sviluppano. Questa è l’essenza di ciò che considero il suo straordinario dramma. Il suo lavoro è completamente inaspettato e molto diverso da altri testi contemporanei. Allo stesso tempo, non sto facendo gesti tolleranti riguardo al gioco. Sto creando una vera versione del teatro e Andrei è presente a quasi tutte le prove.
Sto creando questa produzione in tandem con Yuri Kharikov. Il nostro è un dialogo genuino che è allo stesso tempo bello e complesso. Ho lavorato anche con me nella mia solita squadra di costumisti Anastasia Nefyodova, nel compositore Dmitri Kourliandski e nel coreografo Andrei Kuznetsov-Vecheslov.
Il lavoro su Pinocchio è in corso da molto tempo. Abbiamo considerato una grande varietà di design di scenografie differenti. Yuri Kharikov in realtà ha creato un intero libro di opzioni. Questo sarà un grande e significativo progetto per l’elettrodo di Stanislavsky. Coinvolgerà quasi l’intera azienda. Il ruolo di Pinocchio sarà interpretato da due meravigliose giovani attrici: Svetlana Naidyonova e Maria Belyaeva.
Pinocchio è una performance che ha le caratteristiche di una meta-opera. Definirei il lavoro un gioco misterioso. In un certo senso, Pinocchio continua la linea fiabesca che è così importante per l’Electrotheatre, e che originariamente abbiamo lanciato con The Blue Bird.

Le prime due anteprime si terranno all’inizio di febbraio 2019 e le esibizioni in anteprima delle prossime tre parti si terranno a luglio 2019. Eseguiremo l’intero progetto in un blocco per la prima volta nell’autunno 2019. Molto probabilmente, la versione finale consisterà in cinque brevi esibizioni.

Primi bozzetti di scena. Scenografie di Yury Kharikov

Invalid slider ID or alias.